Sviluppo di un sistema di virtualizzazione per soluzioni di ambient intelligence

L’obiettivo primario di questa tesi è quello di studiare gli strumenti per la modellazione di scenari reali, controllabili tramite i sistemi ad agenti, al fine di definire una tecnologia che consenta la virtualizzazione di un intero ambiente domotico. Vista l’attuale crisi economica, si vuole quindi definire uno strumento in grado di ridurre drasticamente i costi che un’azienda deve sostenere per la realizzazione di un'intera unità abitativa, favorendo lo sviluppo di soluzioni economiche di ambient intelligence. Si intende inoltre disaccoppiare l’attività di chi sviluppa il firmware delle varie centraline presenti nell'abitazione da quella della progettazione del sistema ad agenti per la gestione di quest'ultima, consentendo una drastica riduzione dei tempi di realizzazione.

Il lavoro è caratterizzato inizialmente da una prima fase di apprendimento dei vari concetti riguardanti il software Gazebo, focalizzando l’attenzione sulle caratteristiche della modellazione dei vari sensori ed attuatori presenti. Si studia poi il framework Jade per la realizzazione del sistema ad agenti, approfondendo le metodologie per la connessione degli stessi con l’ambiente virtualizzato. Si introduce infine la piattaforma Jason per lo sviluppo degli agenti BDI, in grado di gestire in modo intelligente l'intero sistema domotico, per mezzo di una base di conoscenza.

Si sviluppa quindi un'unità abitativa generica, adattabile ai vari scenari proposti, focalizzando l'attenzione sulla collocazione e sulla gestione di opportuni sensori, quali GPS e telecamere, e sugli attuatori, come quelli a scorrimento per l'apertura delle finestre. Si introduce quindi un soggetto virtuale in grado di spostarsi nell'ambiente, dando vita a scenari differenti che vengono poi gestiti dal sistema ad agenti.

Il linguaggio utilizzato per lo sviluppo dei plugin di Gazebo è il C++, che conferisce un'estrema flessibilità all'intero sistema. Per quanto riguarda gli agenti invece si fa ricorso al Java, che consente di sfruttare in modo più semplice ed intuitivo le varie librerie presenti. Si introduce infine il linguaggio AgentSpeak per la definizione dei piani dell’agente BDI.

Corso di Laurea: 
Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica e dell'Automazione
Tesista
Tesista: 
Roberto Tofani
Email: 
Relatore
Relatore: 
Prof. Aldo Franco Dragoni
Email: 
Tutor
Correlatore: 
Andrea Claudi
Email: