Progettazione e sviluppo di un prototipo per la comunicazione sicura attraverso il canale GSM-Voce

La rete di comunicazione più utilizzata a livello globale è sicuramente il canale GSM-Voce. Sfortunatamente queste reti sono affette da seri problemi di vulnerabilità agli attacchi "hardware-based" rendendo quindi la comunicazione facile da intercettare in determinati scenari.

Sebbene sia stata provata l'efficacia degli algoritmi di cifratura utilizzati nel canale GSM-Voce la confidenzialità del traffico è assicurata solamente attraverso il canale radio: il traffico vocale infatti è trasmesso in chiaro attraverso le "core networks" (ovvero la sottorete della struttura GSM, posta a terra, che permette l'instradamento delle chiamate da dispositivi mobile verso la rete PSTN classica od in roaming). Ovviamente questa problematica potrebbe portare alla possibilità di accessi non autorizzati a conversazioni GSM-GSM nel qual caso la confidenzialità della comunicazione non è controllata dall'utente ma dall'operatore di rete.

Uno scenario in cui la sicurezza della comunicazione è delegata all'utente è preferibile in molte applicazioni (militare, spionaggio industriale, etc...): per realizzare ciò è necessario che la trasmissione sia cifrata prima di essere trasmessa nella rete GSM-Voce.

Anche il canale GSM-Dati può essere utilizzato per instaurare una conversazione cifrata, (e ne esistono alcuni esempi di dispositivi in commercio) ma questo approccio soffre di alcuni svantaggi

  • Il canale GSM-Dati soffre di alcuni evidenti problemi di interoperabilità attraverso le reti internazionali
  • Il canale GSM-Dati richiede in media il doppio del tempo per instaurare una comunicazione rispetto alla linea voce.

Risulta quindi evidente come lo sviluppo di un dispositivo con tali caratteristiche possa portare dei vantaggi tangibili e colmare le lacune principali di cui soffrono gli attuali dispositivi che operano all'interno dello stesso contesto.

Parole chiave: 
Corso di Laurea: 
Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica e dell'Automazione
Anno Accademico: 
2011
Tesista
Tesista: 
Gianluigi Biancucci
Email: 
Relatore
Relatore: 
Prof. Aldo Franco Dragoni
Email: